Montefiore si trova nella Valle del Conca, su un promontorio dove nelle giornate limpide lo sguardo abbraccia la costa da Fano a Ravenna. Definita la “capitale medioevale” è considerata uno tra i paesi governati dalla Signoria dei Malatesta “uno dei più integri e affascinanti”. Viene definito e elencato nel circuito di uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Il Paese è caratterizzato da un’affascinante Rocca risalente all’epoca dei Malatesta. Caratterizzata da pietre derivanti dalle zone limitrofe, offre con le sue linee severe e imponenti panorami con vista sulla valle. Nel 2006 sono iniziate diverse ricerche archeologiche che hanno dato la possibilità di aggiornare il rapporto tra il sito e le fonti storiche.

In base a tali ricerche si riteneva che il castello fosse sorto intorno al 1337 per volontà dei Malatesta, certamente nel 1347 la rocca doveva essere già costruita e funzionante per poter ospitare in tale anno il re e la regina d’Ungheria. Il Castello ebbe la dominazione dei Malatesta fino al 1458 e successivamente venne occupato da Federico di Montefeltro.

Ampliato intorno alla prima metà del ‘300, nei secoli successivi fu ristrutturato e abbellito da Sigismondo Pandolfo, recentemente restaurato sono stati svolti lavori di consolidamento dell’intera struttura, permettendo di accedere anche agli ambienti più antichi che prima erano di difficile accesso. I lavori sono stati condotti dalla Sovraintendenza della belle Arti di Ravenna che ha poi proceduto alla rimozione del pavimento.

Le ricerche archeologiche hanno riportato alla luce una quantità notevoli di reperti, in ottimo stato. Boccali che costituiscono testimonianza delle più antiche e rare maioliche smaltate dell’Italia centro-settentrionale, quelle di produzione pesarese e faentina. Vetri, per la maggior parte i bicchieri e le bottiglie di produzione veneta. Monete, attrezzi da lavoro, armi e un prestigioso sigillo in bronzo. Maestosa la sala dell’Imperatore dove vengono conservate le pitture laiche che risalgono alla metà del Trecento attribuite al pittore di Bologna Jacopo Avanzi.

sito web: Montefiore

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *